San Marco Rovereto-Apecheronza(Promozione M.)45-60

San Marco Rovereto: Bortuzzo L. 12, Ondertoller S. 4, Vugdalic A. 5, Poteaca D., Esposto R. 2, Festini M., Filipovic A., Gentili A. 5, Piacini M. 14, Prosser A., Zamboni L. 3.
All.re: Paissan.
Apecheronza Avio: Tinelli M. 2, Cappellari E. 18, Marchesini P., Dalbosco L. 7, Pizzini C., Armani A., Bianchi A. 3, Caproni D. 17, Giordani A. 6, Giordani L. 7, Grignolio D., Maffei M.
All.re: Speziali.

 

Le due squadre escono dal campo tra gli applausi del pubblico

Va ad Avio il big match di promozione silver che vedeva l’Apecheronza ospite del San Marco Basket.
Entrambe le formazioni venivano da un periodo estremamente positivo: i primi infatti da 12 vittorie consecutive mentre i secondi avevano subito una sola sconfitta nelle ultime otto gare.
Il ritmo partita è subito altissimo con gli ospiti che fanno molta pressione ed esprimono un gioco molto fisico. Il primo a non reggere è il ginocchio di Esposto che costringe il capitano ad abbandonare il campo dopo solo sei minuti di gioco.
I ragazzi di Speziali riescono ad allungare chiudendo il primo parziale sul 7-17.
Nel secondo periodo è San Marco “show time”, Piacini scalda la mano e dai 6,75 non perdona sostenuto da un buon Bortuzzo (troppe però le palle perse) e da un Ondertoller molto aggressivo.
Il punteggio è ribaltato e, grazie al parziale di 22-9, i padroni di casa si ritrovano a +3 alla pausa lunga.
La sfida è ora equilibratissima ed il pubblico, che ha per la prima volta riempito le tribune, può godersi lo spettacolo.
Nel terzo periodo i ragazzi di Paissan non trovano facilmente la via del canestro, calano le percentuali ed il gioco è meno fluido; i giallo-blu realizzano infatti solo tre punti a gioco fermo, compromettendo il risultato finale.
Prima dell’ultimo quarto sono 9 i punti di distacco.
Negli ultimi dieci minuti i roveretani provano disperatamente la rimonta, arrivando anche al -5 ma la lotteria dei tiri liberi premia Avio che rimane in testa alla classifica.
da http://www.juniorbasketrovereto.net/

Apecheronza ringrazia JBR per il contributo scritto